Padre Marella, padre e amico dei poveri


Vai ai contenuti

Menu principale:


Il testamento spirituale

Padre Marella, padre e amico dei poveri

"Anzitutto, col rinnovato ringraziamento più sentito, l'augurio più vivo, l'invocazione costante nella preghiera più fervorosa, acció nostro Signore benedica, ri ompensi tutti, tutti colmando di tutte le sue grazie, di ogni bene, di ogni benedizione, confortando tutti con la sua infinita misericordia, con la sua divina Provvidenza in questa e nell'altra vita.
Poi sapendo che - a Bologna specialmente vi è molto attaccamento all'esempio dell'Apostolo S. Tommaso (che non voleva credere se non ci metteva il naso) - devo raccomandare la sorte, i bisogni quotidiani di questa Pia Opera, ora che non posso farmi vedere con la mia barba dappertutto, a sollecitare la benevola, costante comprensione e generosità con cui - senza discriminazioni, senza badare a "congiunture" si è continuato a riempirmi il cappello.
Mercè loro, le iniziative di questa P.O. hanno potuto essere avviate e proseguite, superando tanti ostacoli.
Anche ora ne hanno bisogno tutte: "ogni giorno il suo pane, ogni giorno la sua pena"
Questo appello si rende più pressante e necessario se - come sembra - la malattia grave che fa diradare la mia presenza tra loro sarà l'ultima con cui il Signore vuol farmi grazia di purificarmi prima di far "suonare la campanara", che mi chiama di là, a rendergli conto di tante immense grazie da Lui elargitemi, da me sciupate tante volte, in questi 86 anni.
Chiedo a tutti sempre di pregare acciò io possa fare una buona morte perdonando tutto a tutti implorando perdono da Lui e da tutti, per tutto il male fatto, fatto fare, lasciato fare, per il bene trascurato ostacolato specialmente con la mia inveterata pigrizia ed ostinazione tante volte rimproveratami anche dalla mia mamma invano, tin da quando ero piccolo: "Olinto, destrighite; ti ze ostinà" ... e poi fino alla vecchiaia prima che fosse così logora.
E col commiato commosso, l'impegno di ricordare con gratitudine tutti anche e vieppiù di là, con devozione".

(Padre Marella)

Home Page | Mi presento | Pellestrina paese natale di Padre Marella | Padre Marella, padre e amico dei poveri | Le Comunità di oggi | La Chiesa della Sacra Famiglia a San Lazzaro | Testimonianze | Gallery-Video | Il Processo di Beatificazione | La Venerabilità | Pubblicazioni | Siti amici | Liturgia - Santi | Contatti | Una iniziativa particolare | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu